MINISTERO DELL’ISTRUZIONE,  DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

I.I.S. “Via Lentini, 78 ” - 00133 Roma

RMIS10200L   -  C.F. 97712650585 - 16° Distretto

Sede legale: I.I.S. “VIA LENTINI 78” Via Lentini n.78  00133 Roma

 

Anno Scolastico 2017/18

 

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

  1. P.R. 235 del 21 novembre 2007

 

La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori democratici e volta alla crescita della persona in tutte le sue dimensioni. In essa ognuno, con pari dignità e nella diversità dei ruoli, opera per garantire la formazione alla cittadinanza, la realizzazione del diritto allo studio, lo sviluppo delle potenzialità di ciascuno e il recupero delle situazioni di svantaggio, in armonia con i principi sanciti dalla Costituzione  e con i principi generali dell'ordinamento italiano.

 

La scuola porrà progressivamente in essere le condizioni per assicurare:

  • un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona e un servizio educativo-didattico di qualità
  • offerte formative aggiuntive e integrative, attuando iniziative concrete per l’integrazione, il recupero di situazioni  di svantaggio, nonché per la prevenzione e il recupero della dispersione scolastica
  • la salubrità e la sicurezza degli ambienti, che debbono essere adeguati a tutti gli studenti e le studentesse, anche con disabilità, coinvolgendo gli Enti Locali preposti
  • servizi di sostegno e promozione della salute e del benessere dello student e della studentessa
  • l’introduzione e l’utilizzo di tecnologie innovative
  • iniziative di continuità tra i diversi ordini di scuola
  • efficaci azioni di orientamento scolastico e professionale
  • un dialogo proficuo e costruttivo tra istituzione scolastica autonoma, studenti, famiglie e territorio

 

Il/la docente, consapevole del ruolo che assume nella formazione personale dello studente e della studentessa, mette in atto comportamenti volti a:

•         rispettare lo studente e la studentessa  nella sua specificità, ascoltando bisogni provenienti anche dalla famiglia;
•         tutelare la riservatezza degli studenti, delle studentesse e delle loro famiglie;
•         promuovere un clima sereno e improntato al dialogo, mantenendo un costante contatto con gli studenti, le studentesse e le famiglie;
•         far conoscere la propria offerta formativa;
•         prevedere ed essere disponibili a momenti di incontro e confronto con i genitori, anche attraverso i colloqui individuali, ricercando con loro il dialogo per affrontare eventuali situazioni di difficoltà;
•         prevedere attività di recupero e sostegno degli studenti e delle studentesse il più possibile personalizzati;
•         valorizzare le eccellenze;
•         promuovere con ogni singolo alunno e alunna un rapporto di relazione aperto al dialogo e alla collaborazione;
•         incoraggiare il progresso nell’apprendimento e l’autostima negli studenti e nelle studentesse;
•         aggiornare la propria formazione professionale;
•         programmare l’attività didattica tenendo conto dei carichi di studio complessivo dello studenti e delle studentesse;
•         esplicitare i criteri e i tempi per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio.

 

La famiglia si atterrà ai seguenti comportamenti e azioni:

  • far rispettare l’orario d’ingresso a scuola, limitare le uscite anticipate, giustificare puntualmente le assenze;
  • instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettandone la libertà di insegnamento e la competenza valutativa;
  • tenersi aggiornata su impegni, scadenze, iniziative scolastiche, controllando costantemente il libretto personale e le comunicazioni scuola-famiglia, partecipando con regolarità alle riunioni previste e collaborando con i propri rappresentanti eletti negli Organi Collegiali;
  • verificare attraverso un contatto frequente con i docenti che lo studente o la studentessa, segua gli impegni di studio e le regole della scuola, prendendo parte attiva e responsabile ad essa;
  • rispettare il Regolamento di Istituto;
  • assumere un atteggiamento di responsabilità e collaborazione nei confronti dell’istituzione scolastica in merito a qualunque tipo di problematica, favorendo il dialogo e lo scambio di informazioni con i docenti;
  • essere reperibili in caso di urgenza di qualsiasi natura;
  • essere disponibili ad assicurare la frequenza dello studente o studentessa ai corsi di recupero e di potenziamento anche extracurriculari messi in atto dalla scuola;
  • essere disponibili ad assicurare la frequenza dello studente o studentessa  agli stage formativi nei modi e nei tempi previsti dalla normative vigente  e dalle delibere dei OO.CC.
  • rifondere i danni arrecati per dolo o colpa grave causati dall’alunno o alunna  secondo il diritto civile e il Regolamento di disciplina

 

Lo studente e la studentessa  sono tenuti ad osservare scrupolosamente i seguenti comportamenti:

  • conoscere e rispettare il Regolamento d’Istituto, il Regolamento disciplinare, il Regolamento di svolgimento delle assemble;
  • conoscere l’Offerta Formativa e la programmazione del Consiglio di classe e dei singoli docenti;
  • favorire la comunicazione scuola/famiglia;
  • assumere un comportamento corretto con tutti i lavoratori della comunità scolastica, nel rispetto dei singoli ruoli;
  • essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;
  • spegnere i telefoni cellulari e gli altri dispositive elettronici durante le ore di lezione (C.M. 15.03.07);
  • lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente e non attardarsi nei corridoi, in aule diverse dalla propria o nei servizi;
  • seguire con attenzione tutte le attività didattiche, ivi compresi i percorsi progettuali e intervenire in modo pertinente, contribuendo a costruire le lezioni con le proprie conoscenze ed esperienze;
  • frequentare e relazionare sulle esperienze di stage;
  • usare un linguaggio consono all’ambiente educativo e rispettoso della dignità della donna, delle culture, delle nazioni, delle religioni;
  • rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola e generare comportamenti eco-sostenibili (risparmio energetico, raccolta differenziata);
  • sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti;
  • mantenere in ambito scolastico e in ogni sede di attività un comportamento e un abbigliamento decorosi e rispettosi del luogo formativo in cui ci si trova;
  • evitare di provocare danni a cose, persone, arredi e al patrimonio della scuola per i quali si dovrà rispondere anche economicamente secondo il Diritto civile e il Regolamento di disciplina;
  • osservare le norme di sicurezza.

 

Sanzioni e provvedimenti disciplinari

L’inadempienza agli impegni sottoscritti implica il ricorso ai provvedimenti disciplinari e alle sanzioni previste dal Regolamento di Istituto.

 

I Rappresentanti degli studenti e delle studentesse:

 

nome e cognome                                                                            firma

 

……………………………                               ..…:………………………………

 

……………………………..                             ……………………………………..

 

I Rappresentanti di classe dei Genitori:                                                                        Il Coordinatore di Classe

 

nome e cognome                                                                            firma

……………………………                                       ………………………………….                            (Prof.                                                )